CROSTACEI - MOLLUSCHI - MEDUSE

 

Crostacei, molluschi e meduse sono phylum diverse

- sono raggruppati qua solo in una categoria

PER RAGIONI DI SPAZIO...

come stella di mare e riccio di mare

che appartengono al phylum di echinodermi!

 

 

Actinia equina (Cnidaria)
Actinia equina (Cnidaria)

Pomodoro di mare, in pantesco: zzabbriínu. È un'anemone di mare. Quando durante la bassa marea rimane al di fuori dell'acqua assume l'aspetto di una pallina ("pomodoro"), immersa estrofletti i suoi tentacoli e assume una forma simile a quella di un fiore. Emette un liquido urticante, ma è commestibile; la "pappa al pomodoro toscano" è gustosa.

Aplysia dactylomela (Molluschi)
Aplysia dactylomela (Molluschi)

Lepre (Aplisia) dagli anelli. La lepre di mare è originaria del Atlantico, la prima segnalazione in acque Italiana è avvenuta a Lampedusa nel 2003. È arrivata nel Mediterraneo probabilmente attraverso le acque di sentina di qualche nave.È una spezie ermafrodita insufficiente: per riprodursi è necessario un partner. Le uova sono deposte in cordoni di colore arancione, chiamate anche spaghetti di mare.

Aristaeomorpha foliacea (Crostacei)
Aristaeomorpha foliacea (Crostacei)

Gambero rosso. Il gambero rosso è un crostaceo decapode marina (10 piedi) della famiglia Aristeridae. Vive nei fondali fangosi quasi in tutti gli oceani e nel Mediterranea tra 250 e 1300 metri di profondità. In cucina è apprezzato moltissimo.

Asteroida (Echinodermi)
Asteroida (Echinodermi)

Stella di mare. Appartiene (come per esempio il riccio di mare) al phylum di echinodermi.

Buccinidae sp. (Molluschi)
Buccinidae sp. (Molluschi)

Non sono sicuro, ma verosimilmente si tratta di Buccinum undatum con nome popolare buccino. La lumaca si trova nell'Atlantico e nel Mar Mediterraneo. Arriva alla lunghezza di 13 cm. È commestibile, una volta la gente povera si nutriva con la carne del buccino.

Calappa granulata (Crostacei)
Calappa granulata (Crostacei)

Granchio melograno, calappa, in pantesco "mangiadormi". Il granchio vive nel Mar Mediterraneo in fondali da 10 a 400 metri di profondità. Si nasconde infossato sotto la sabbia, da cui lascia sporgere soltanto gli occhi e si nutre di molluschi. Il carapace tozzo è di colore giallo a chiazze rosse, le grosse chele si adattano alla parte superiore del carapace. Viene utilizzato specialmente per preparare un ottimo sugo per glie spaghetti "al granchio".

Cotylorhiza tuberculata (Cnidaria)
Cotylorhiza tuberculata (Cnidaria)

Cassiopea mediterranea o "medusa uovo fritto". L'ombrello della specie endemica del mar Mediterraneo della classe "meduse a ombrello" a forma di disco bianco con una gobba rotonda e gialla ha delle braccia ovali terminando con un bottoncino di colore blu/viola. Il loro veleno di ortica e molto debole e quindi innocuo per gli esseri umani. Prima di morire la femmina secerne larve che si attaccano al terreno e si sviluppano primo in polipi, poi in larve e finalmente in meduse.

Eledone moschata (Molluschi)
Eledone moschata (Molluschi)

Moscardino (polpo bianco). È un mollusco endemico nel Mar Mediteranno, più piccolo di polpo, ma ha solo una fila di ventose su ogni tentacolo (invece i polpi ne hanno due). Appena pescato emana un particolare odore muschiato. I moscardini sono molto apprezzati nella cucina.

Homarus gammarus (Crostacei)
Homarus gammarus (Crostacei)

Astice

Loligo vulgaris (Molluschi)
Loligo vulgaris (Molluschi)

Calamaro Le pinne laterali si occupano due terzi del corpo (Totani: le pinne si trovano solo alla parte posteriori.)

Nephrops norvegicus (Crostacei)
Nephrops norvegicus (Crostacei)

Scampo in Francia: langoustine

Octopus vulgare (Molluschi)
Octopus vulgare (Molluschi)

Polpo. Si distingue dal moscardino (vedi: Eledone...): è più grosso e ha due (!) file di ventose. In cucina ottimo!

Illex coindetii (Molluschi)
Illex coindetii (Molluschi)

Totano. Le pinne laterali con forma triangolare si trovano solo alla parte posteriore del corpo (Calamaro: le pinne occupano quasi i due terzi del corpo).

Palinurus elephas (1) (Crostacei)
Palinurus elephas (1) (Crostacei)

Aragosta

Paracentratus lividus (Echinodermati)
Paracentratus lividus (Echinodermati)

Riccio di mare. Appartiene al phylum dei echinodermi. Anche se le uova dei ricci sono ottime si deve sapere che è vietato il prelievo di più di 50 ricci per ciascun pescatore - e assolutamente proibito durante i mesi di maggio e giugno!

Parapenaeus longirostris (Crostacei)
Parapenaeus longirostris (Crostacei)

Gambero rosa

Porcellino scaber (...)
Porcellino scaber (...)

Porcellino di terra Appartiene

Scyllarides latus (Crostacei)
Scyllarides latus (Crostacei)

Cicala di mare. È uno dei crostacei di più grande dimensione dl Mar Mediterranea (misura fino a 45 cm). Vive fra 4 e 100 metri di profondità su substrato roccioso e sabbioso e nelle praterie di posidonia. Durante il giorno si rifugia in grotte o anfratti nelle rosse. Purtroppo è diventata una spezie rara a causa della pesca - e protetta in Italia.

Sepia officinalis (Molluschi)
Sepia officinalis (Molluschi)

Seppia. Il mollusco porta 10 appendice circumorali retrattili, 8 braccia di pari lunghezza e 2 lunghe dotate di ventose denticolate per la caccia. Presenta una conchiglia interna ("osso di seppia") e una sacca per l'inchiostro che viene espulso quando si sente minacciata. Quando resta piena l'inchiostro serve in cucina per gli spaghetti al nero di seppia. Sia i grandi esemplare sia i piccoli bianchi sono ottimi!

Velella velella (1) (Cnidaria)
Velella velella (1) (Cnidaria)

Velella, detta anche barchetta di San Pietro (o San Giovanni). La Velella è una piccola medusa con i 5-7 cm di diametro. Sotto il disco si nasconde una colonia di idrozoi (meduse o polipi) e cattura la sua preda tramite i tentacoli con tossine - che sono innocue per gli esseri umani. Sopra si trova una vela triangolare.

Velella velella (2)
Velella velella (2)

Può accadere di trovare la spiaggia colorata di azzurro perché invasa da migliaia di piccole velelle che il vento ha portato verso la costa. Il contatto non è pericoloso! (Il parente della velella invece, la Caravella portoghese, e pericolosissimo - ma per fortuna fino adesso meno frequente...)