Flora A, B

Acanthus mollis (1)
Acanthus mollis (1)

Acanto. Il nome greco "àcanthos" significa "spina" e si riferisce al Acanthus spinosus e per questo la specie senza spine fu nominato A. mollis (lat. mollis = flessuoso, non aspro). Il nome della pianta ricorda una Ninfa delle legende greche che accolse Apollo e fu da questo mutata nel fiore omonimo. La pianta cespugliosa ha grande foglie oblunghe e fiori bianchi - viola. La forma delle foglie diventava tipica per il capitello corinzio della architettura greca antica.

press to zoom
Acanthus mollis (2)
Acanthus mollis (2)

La pianta arriva all*altezza di 1 metro circa. Le foglie fresche o triturate si utilizzano nella medicina popolare sotto forma di cataplasma per curare delle infiammazioni della pelle (informazione come sempre senza responsibilità).

press to zoom
Aira cupaniana (1)
Aira cupaniana (1)

Nebbia di Cupani. La specie del genere Aira è dedicata a F. Cupani, un francescano dal Settecento a Palermo, uno dei primi studiosi della flora siciliana.

press to zoom
Aira cupaniana (2)
Aira cupaniana (2)

Tutte le specie del genere Aira appartengono alla famiglia delle Graminacee.

press to zoom
Aira tenorei
Aira tenorei

Nebbia di Tenore. Genere della famiglia dei Aira (Poacee)."Tenore" e dedicato al professore botanico Michele Tenore da Napoli, *1980).

press to zoom
Allium commutatum (1)
Allium commutatum (1)

Aglio delle isole

press to zoom
Allium commutatum (2)
Allium commutatum (2)

Aglio delle isole

press to zoom
Allium commutatum (3)
Allium commutatum (3)

commestibile

press to zoom
Allium subhirsutum (1)
Allium subhirsutum (1)

Aglio pelosetto

press to zoom
Allium subhirsutum (2)
Allium subhirsutum (2)

(Montagna Grande, marzo - giugno) Con le foglie, fiori e bulbi si può fare un pesto delicato.

press to zoom
Amaranthus retrofluxus (1)
Amaranthus retrofluxus (1)

Amaranto foglie commestibile

press to zoom
Amaranthus retrofluxus (2)
Amaranthus retrofluxus (2)
press to zoom
Ampelodesmos mauritanica
Ampelodesmos mauritanica

Tagliamani, pant.: ddísa

press to zoom
Anagallis arvensis (1)
Anagallis arvensis (1)

Centonchio dei campi. Uno dei nomi popolari è mordigalline, un motivo può essere la tossicità della pianta, specialmente dei semi.

press to zoom
Anagallis arvensis (2)
Anagallis arvensis (2)

Sulla foto si vedono A. arvensis (rosso) e A. arvensis f. azurea (blu).

press to zoom
Anagallis arvensis f. azurea
Anagallis arvensis f. azurea

Si tratta di una sottospecie di Anagallis arvensis (ma è difficile distinguerla da Anagallis foemina, il centonchio azzurro).

press to zoom
Anogramma leptophylla
Anogramma leptophylla

Felcetta annuale (Montagna Grande, area picnic, maggio 2021). Cresce nei luoghi umidi e ombrosi nei fessure rocciose e sui vecchi muri.

press to zoom
Anthemis secundiramea (1)
Anthemis secundiramea (1)

Camomilla costiera, sin. "Anthemis cossyrensis Guss." - nome dedicato dal botanico Tenore al amico botanico Gussone (entrambi napolitani) in Novecento, poi Sommier (1905) ha specificato la pianta in "Anthemis urvilleana" dedicandola al francese contrammiraglio e botanico d"Urville. La piante e endemica delle isole Pantelleria e Malta.

press to zoom
Anthemis secundiramea (2)
Anthemis secundiramea (2)

(Foto: Arenella) Oggi la Camomilla costiera porta il nome scientifico "Anthemis secundiramea Biv." in onore di Antonino de Bivona-Bernardi, un botanico siciliano per sua descrizione nel suo libro "Sicularum plantarum" del 1806.

press to zoom
Antirrhinum tortuosum
Antirrhinum tortuosum

Bocca di Leone (cesp.), pant.: succamele, presente in Spagna, in Italia solo in Sicilia e a Pantelleria.

press to zoom
Aptenia cordifolia ? (1)
Aptenia cordifolia ? (1)

(o Aptenia lancifolia?) Aptenia (Foto: Arenella)

press to zoom
Aptenia cordifolia ? (2)
Aptenia cordifolia ? (2)
press to zoom
Aptenia cordifolia ? (3)
Aptenia cordifolia ? (3)
press to zoom
Arbutus unedo (1)
Arbutus unedo (1)

Corbezzolo, in pant.: 'mbriacolo. Il nome latino viene dal Plinio il Vecchio, che supponeva che si deve mangiare solo un frutto: "un edo". Vero è che il frutto crudo può suscitare da poche persone piccoli problemi nello stomaco, ma altri non hanno problemi anche quando mangiano una bella quantità....

press to zoom
Arbutus unedo (2)
Arbutus unedo (2)

Il corbezzolo è anche chiamato "l'albero Italia" perché è verde - bianco - rosso: le foglie sono sempreverde e spesso i fiori bianchi e frutti rossi si trovano insieme sulla stessa pianta. Il corbezzolo racchiude in sé numerose proprietà, i foglie servono (nei infusi) contro le infiammazioni dello stomaco, i frutti hanno un alto gradi di vitamina C e antiossidanti, il miele dei fiori è ottimo per curare le affezioni del cavo orale ecc.

press to zoom
Arisarum vulgare (1)
Arisarum vulgare (1)

Arisaro pianta tossica, solo il rizoma è commestibile.

press to zoom
Arisarum vulgare (2)
Arisarum vulgare (2)
press to zoom
Artemisia arborescens (1)
Artemisia arborescens (1)

Artemisia arborea, Assenzio arbustivo. (Foto: Sesi, Muro Grande). La pianta è ricco di tannini e flavonoidi ecc., ma contiene anche tujone, un composto psicoattivo e l'uso intensivo e pericoloso!

press to zoom
Artemisia arborescens (2)
Artemisia arborescens (2)

Ci sono riferiti alcuni usi popolari della pianta, per esempio infusi e tinture vinose per la digestione, febbrifugo, punture d'insetti ecc., ma l'Incompetente dev'essere molto prudente...

press to zoom
Arum italicum (1)
Arum italicum (1)

Gigaro o gichero o calla selvatica o pan di serpe. Famiglia: Araceae. Il gigaro è dotato di una radice rizomata. Le foglie lucide e di colore verde intenso spuntano direttamente dal tubero nel periodo autunnale, in estate sono già essiccate. In primavera fanno la comparsa di uno stelo carnoso. Una foglia avvolge un tipo d'infiorenza che si compone di tanti piccoli fiori - con un odore nauseabondo. Il nome "Arum" = "calore" riferisce al fatto che la pianta in piena fioritura emette calore.

press to zoom
Arum italicum (2)
Arum italicum (2)

I frutti sono delle bacche, inconfondibile, prima verdi, poi rossi. Tutto la piante è velenosa - soltanto un contatto con la pelle provoca dermatiti!

press to zoom
Arundo donax
Arundo donax

Canna

press to zoom
Asparagus acutifolius (1)
Asparagus acutifolius (1)

(A. officinalis) IAsparago pungente

press to zoom
Asparagus acutifolius (2)
Asparagus acutifolius (2)

I germogli so può mangiare crudi. Sono più buono se lessati e conditi con olio e limone.

press to zoom
Asparagus acutifolius (3)
Asparagus acutifolius (3)
press to zoom
Asphodelus fistulosus
Asphodelus fistulosus

Asfodelo fistoloso (Foto: Bukkuram in aprile)

press to zoom
Asphodelus aestivus
Asphodelus aestivus

(A. ramosus ?) Asfodelo mediterraneo

press to zoom
Astragalus pelecinus (1)
Astragalus pelecinus (1)

Astragolo Foto: Kaffefi, aprile)

press to zoom
Astragalus pelecinus (2)
Astragalus pelecinus (2)
press to zoom
Atriplex alba (1)
Atriplex alba (1)

(ved.: Chenopodium album) Atreplice degli orti. Il nome scientifico viene dal latino triplex (forma delle foglie).

press to zoom
Atriplex hortensis (2)
Atriplex hortensis (2)

Le foglie sono commestibili.

press to zoom
Bellardia trixago (1)
Bellardia trixago (1)

Perlina minore.

press to zoom
Bellardia trixago (2)
Bellardia trixago (2)
press to zoom
Bellardia trixago (3)
Bellardia trixago (3)

(Foto: Pian del Barone, maggio)

press to zoom
Bellardia trixago (4)
Bellardia trixago (4)
press to zoom
Bellis perennis
Bellis perennis

Pratolina comune. Le parti aeree vengono utilizzate come medicamento contro l'ipertensione, l'insonnia, per guarire ferite oppure come astringente ecc. Le giovani foglie e i fiori vengono mangiate in insalata insieme ad altre verdure.

press to zoom
Beta vulgaris ssp. maritima
Beta vulgaris ssp. maritima

Bietolina selvatica costiera, in pantesco.: giri giri. In tutto commestibile.

press to zoom
Biscutella lyrata
Biscutella lyrata

Biscutella costiera

press to zoom
Borago officinalis
Borago officinalis

Borragine Le foglie si usano dopo la bollitura per guarnizione e insaporire pietanze I fiori si mangia crudi o fritti.

press to zoom
Briza maxima
Briza maxima

Sonaglini

press to zoom