Flora P, Q, R

Papaver rhoeas (1)
Papaver rhoeas (1)

Papavero, Nome pantesco: papperina

press to zoom
Papaver rhoeas 2)
Papaver rhoeas 2)

Fiori seccati nei infusi sono calmanti.

press to zoom
Papaver somniferum (setigerum?)
Papaver somniferum (setigerum?)

Papavero setoloso

press to zoom
Parietaria judaica
Parietaria judaica

Erba vento minore, pant.: erba di ventu Parietaria j. ha come Par. offic. proprietà antiinfiammatorie e diuretiche. Foglie giovane vengono impiegate come gli spinaci.

press to zoom
Periploca laevigata (1)
Periploca laevigata (1)

Periploca levigata è una sottospecie dei Periploca della familia dogbane (Apocynadeae). È originaria delle Isole Canarie, Selvagge e Capo Verde, in Europa si trova solo sulle Canarie, Sud-Spagna, Malta e sulle Isole Egadi, Lampedusa, Linosa e Pantelleria. Il nome deriva dal greco "perí" (intorno) e "ploké" (intreccia o intrecciata).

press to zoom
Periploca laevigata (3)
Periploca laevigata (3)

L'arbusto può crescere fino a 2 - 3 metri. Nella medicina popolare siciliana l'hanno usato il succo della periploca contro la stitichezza (Pitrè 1896). Oggi la pianta viene usata nella farmaceutica.

press to zoom
Periploca laevigata (3)
Periploca laevigata (3)

I baccelli di semi rassomigliano a due corna, il nome spagnolo comune è "capricorna".

press to zoom
Persicaria senegalensis
Persicaria senegalensis

Persicaria senegalensis (in Europa trovato solo in Pantelleria e Creta).

press to zoom
Petrorhagia velutino (1)
Petrorhagia velutino (1)

Garofanina vellutata

press to zoom
Petrorhagia velutino (2)
Petrorhagia velutino (2)
press to zoom
Phragmites australis (1)
Phragmites australis (1)

Cannuccia di palude (o Canna palustre), appartiene alla famiglia di Poaceae.

press to zoom
Phragmites australis (2)
Phragmites australis (2)

(Lago di Venere)

press to zoom
Phillyrea latifolia (1)
Phillyrea latifolia (1)

Fillirea, Ilatro comune, Fillirea a foglie larghe. L'arbusto con l'altezza di ca. 2 - 5 metri (e anche di più) è un tipico componente delle macchia mediterranea. e appartiene alla famiglia di Oleracee - vuol dire si tratta di un "fratello" dell'ulivo. (Si può anche innestare l'olivo sul tronco della fillirea!)

press to zoom
Phillyrea latifolia (2)
Phillyrea latifolia (2)

Le foglie sono sempreverdi e leggermente dentate, con 6-12 paia di nervi secondari evidenti inseriti quasi ad angolo retto (a differenza di Ph. acutifolia !).I fiori (marzo - maggio) sono raccolti in brevi grappoli ascellari. I frutti sono drupe carnose, primo bianchi e rosa, a maturazione blu-nerastri, più piccoli delle olive e riuniti in grappoli. I frutti sono velenosi, ma le foglie nella medicina popolare vengono applicati per le cure del mal di gola (come collutorio) e del mal di denti.

press to zoom
Pinus halepensis (1)
Pinus halepensis (1)

Pino d'Aleppo Nome pantesco: zappinu u manzu

press to zoom
Pinus halepensis (2)
Pinus halepensis (2)

press to zoom
Pinus pinaster h. (1)
Pinus pinaster h. (1)

(Pinus pin. hamiltonii) Pino marittimo in panesco: zappìnu

press to zoom
Pinus pinaster h. (2)
Pinus pinaster h. (2)
press to zoom
Pistacia lentiscus (1)
Pistacia lentiscus (1)

Lentisco in pant.: stincu. L'arbusto è un tipico componente della macchia mediterranea con una altezza fino a 3 metri circa e con delle foglie sempreverdi. I fiori (aprile a giugno) femminili e maschile sono separati su piante differenti, i maschili sono rossi, i femminili gialli. I frutti rossi sono ben visibili già in estate e maturano in inverno e sono diventato neri.

press to zoom
Pistacia lentiscus (2)
Pistacia lentiscus (2)

La resina del lentisco, il mastice, si ottiene praticando incisioni sul fusto in piena estate, la resina si trova sotto la corteccia. Dopo l'essiccamento veniva usata in passato come gomma da masticare per la sua azione benefica sul cavo orale. Dai frutti si otteneva fino al XX secolo un olio che viene consumato (maggior parte dei poveri) e viene utilizzato per alimentare le lampade. Anche il legname è molto apprezzato, per Intarsi perché e rosso e per le pizzerie perché brucia veloce.

press to zoom
Pisum sativum elatius
Pisum sativum elatius

Pisello selv.

press to zoom
Portulaca oleracea (1)
Portulaca oleracea (1)

Erba porcellana

press to zoom
Portulaca oleracea (2)
Portulaca oleracea (2)
press to zoom
Prasium majus (1)
Prasium majus (1)

Prasio o Thè (Te) siciliano. Le foglie verde scuro con picciolo cominciano precoce da ingiallire, i fiori sono bianchi, i semi neri. La pianta e piena di vitamina E, l'infuso serve come antiossidante e tonico e contro calcoli renali.

press to zoom
Prasium majus (2)
Prasium majus (2)

La pianta è caducifoglia (perdita precoce dei foglie) e i tralci nudi venivano usati anticamente per uso agricolo.

press to zoom
Quercus ilex (1)
Quercus ilex (1)

Leccio, pant.: ballútu

press to zoom
Quercus ilex (2)
Quercus ilex (2)
press to zoom
Rapistrum rugosum (1)
Rapistrum rugosum (1)

Miagro peloso

press to zoom
Rapistrum rugosum (2)
Rapistrum rugosum (2)
press to zoom
Reseda alba
Reseda alba

Reseda alba

press to zoom
Ricinus communis (1)
Ricinus communis (1)

Ricino Originario dei paesi della fascia tropicale in Africa e Asia si trova la pianta da tempo quasi in tutto il mondo dove il clima lo permetteva. Per esempio si riferisce già il vecchio nome latino della città di Recanati (Macerata) a la pianta: "recinetum" era un "luogo delle piante di ricino".

press to zoom
Ricinus communis (2)
Ricinus communis (2)

(A Pantelleria a Bugeber il ricino è molto diffuso!) La pianta arriva all'altezza di 2 a 3 metri, ha foglie larghi, fiori gialli e frutti rossi. Attenzione: La totalità della pianta se ingerita - con esclusione dell'olio è velenoso!

press to zoom
Ricinus communis (3)
Ricinus communis (3)

I semi contengono il velenoso "ricino", già pochi semi possono creare un esito letale! L'olio di ricino invece non è velenoso perchè il ricino non è solubile nel olio! L'olio ("Ricinum oleum") ha proprietà medicinali, serve come lassativo e in campo cosmetica (pelle, capelli) ma anche per molti altri problemi.

press to zoom
Rosmarinus officinalis (1)
Rosmarinus officinalis (1)

Rosmarino in pant. rosamarino

press to zoom
Rosmarino (2)
Rosmarino (2)

Infuso di foglie secche per il apparato digerente.

press to zoom
Rubia peregrina
Rubia peregrina

Robbia selvatica, famiglia Rubiacee ("rubia" = rosso). La robbia selvatica (e di più la Rubia tinctorum) in passato era pianta per gli usi tintori.

press to zoom
Rubia peregrina (2)
Rubia peregrina (2)

La pianta rampicante si appicca ai fusti di cespugli con delle piccole aculei, le foglie sono sempreverde, i fiori sono bianchi e il frutto a bacco è prima verde, poi nero lucida.

press to zoom
Rubia peregrina (3)
Rubia peregrina (3)

Bacche nere (novembre)

press to zoom
Rubus fruticosus
Rubus fruticosus

Rovo comune in pant. maréddru

press to zoom
Rumex bucephalophorus (1)
Rumex bucephalophorus (1)

Romice testa di bue

press to zoom
Rumex bucephalophorus (2)
Rumex bucephalophorus (2)
press to zoom
Rumex bucephalophorus (3)
Rumex bucephalophorus (3)
press to zoom
Rumex thyrsoides (1)
Rumex thyrsoides (1)

Romice a farfalla (Montagna Grande)

press to zoom
Rumex thyrsoides (2)
Rumex thyrsoides (2)
press to zoom
Ruta chalepensis (1)
Ruta chalepensis (1)

Ruta d'Aleppo Nome panteso: aruta. una droga, si pu`usarla in cucina in piccole quantità perchè velenosa!

press to zoom
Ruta chalepensis (2)
Ruta chalepensis (2)

(Si può trovare la pianta a Punta Spadillo e sul cratere del Gelkhamar)

press to zoom